Sostituizioni Armoniche Idiomatiche

Delle sostituzioni idiomatiche ho accennato nel capitolo appalato al “blues di Parker“; in pratica si tratta dell’introduzione di nuovi accordi in sostituzione di altri senza ragionamenti armonici, basandosi sulla prova, sull’empirismo, sulle proprie capacità di legare suoni ad altri suoni. E’ una modalità totalmente libera che se da un lato offre possibilità inusitate, dall’altro nasconde insidie a volte senza uscita. Ti sconsiglio questa metodologia in quanto denota una conoscenza primordiale e superficiale dell’armonia, è limitante se non si possiede il genio dei “grandi” (in ogni modo fai quello che ti pare).