Le Cadenze

tumblr

La cadenza è una formula armonicomelodica.

Consiste nella successione o collegamento tra due o più accordi, che concludono un brano musicale o una sua frase/sezione.

Nel linguaggio musicale le cadenze hanno un ruolo per certi versi paragonabile a quello della punteggiatura nella lingua scritta.

Ogni qualvolta noi ascoltiamo un brano musicale, che sia un’opera di Mozart oppure una canzone pop, abbiamo la sensazione di sentire durante l’ascolto dei collegamenti che tendono a mostrarsi come particolarmente tipici, e a ripetersi sempre più o meno simili in punti particolari nell’articolazione del discorso musicale.

Queste risoluzioni naturali che il nostro udito ha bisogno di ascoltare sono dovute al fatto che, in musica, qualsiasi composizione ha un accordo di riferimento, l’accordo sulla tonica che in armonia si chiama fondamentale.
Un brano in Do maggiore verterà tutto attorno all’accordo di Do maggiore attorno al quale ruotano tutti gli altri accordi nel senso che, anche se si componesse un brano creativissimo, fatto di tante modulazioni transitorie ed arricchimenti, alla fine si sentirà la necessità di ritornare in un modo o nell’altro all’accordo iniziale di riferimento.

Sintetizzando:
la vera necessità che l’orecchio umano avverte è il sentire alla fine di un fraseggio o dell’intero brano, la risoluzione sulla tonica, nell’esempio di Do maggiore la risoluzione sul Do.

Tecnicamente avviene quando la sensibile, il VII grado distante un semitono dalla tonica che risolve verso la fondamentale o tonica.

Nella musica moderna questo avviene solo in alcuni casi  visto che nel corso del tempo sono stati sperimentati tanti generi musicali i quali hanno generato diversi modi armonici di chiudere un fraseggio o l’intero brano basati su nuovi accorgimenti e non su una regola armonica così ben definita.

Ad ogni modo anche oggi nelle canzoni dalla forte componente melodica alcune cadenze hanno un ruolo di primaria importanza.

Su tutte la cadenza perfetta:

Sol 7   Do         o      G7    C

L’ accordo di settima dominante costruito sul V grado risolve perfettamente sull’accordo maggiore del I grado.

La si può sentire in innumerevoli canzoni o brani musicali.

L’ accordo di Sol7 contiene sia la sensibile tonale (il Si) che la sensibile modale (il Fa) che risolve sul III grado del Do, il grado che determina il modo della tonalità.

Andiamo ora a vedere le principali cadenze in uso.

Una tabella riassuntiva da un corso di composizione per piano:

cadenze

Le cadenze si suddividono in 2 gruppi: le cadenze finali e le cadenze sospese;

le cadenze finali:

sono quelle che terminano sull’accordo di tonica allo stato fondamentale (senza rivolti, con la tonica sia al basso che all’acuto). Si usano per concludere o un fraseggio o un intero brano musicale.Possono essere di 2 tipi:

cadenza perfetta (che abbiamo gia visto):Sol7 Doci sarà anche utilissima per riconoscere un cambio di tonalità durante un brano:Do Fa Fa7 Bb

c
adenza plagale  quando risolve dall’accordo del IV grado (sottodominante); in questo caso la sensazione di conclusione è parziale visto che l’accordo sul IV grado non contiene la sensibile:Fa DoSi può farla anticipare da una cadenza perfetta: Sol7 Do Fa- Do

le cadenze sospese: sono quelle in cui:

cadenza imperfetta
l’accordo di tonica o di dominante (o tutti e due) è/sono  sottoforma di rivolto

s
emicadenza
si passa da un accordo all’accordo di dominante

c
adenza evitata
si passa dall’accordo di dominante ad un altro accordo.